Il pranzo di Natale dei nostri veci

Natale e Pasqua restano sempre le feste più grandi della cristianità e, a maggior ragione, lo erano anche un tempo, quando la devozione era più sentita e praticata da tutti. In ogni casa, per il giorno di Natale, ci si ritrovava a tavola con un pranzo speciale. Le famiglie più povere si preparavano con largo…

Le parole

(poesia dialettale di Dante Clementi) Adesso che son vecio arbino le parole perse longo i ani, quele sgionfe de fadiga e luti, ingrumà de smalta e vento; quele ramenghe tra le case frede, ingrotolie darente ai goti udi. Le parole che de note, sotovosse, tra i muri smorsegà dal tempo oramai se scambia solo i…

La tradizione della barca di San Pietro

Quando non c’erano le app ad avvisarci (spesso sbagliando) del tempo che farà, quando non esistevano gli oroscopi, prima che si diffondesse il pensiero che ognuno è artefice del proprio destino ed era proprio quel misterioso destino a dover essere interpretato, nelle campagne del lombardo-veneto ci si affidava, a fine giugno alla barca di San…

Asparetto, la culla del Mobile d’arte

Il libro di Renato Garzon su Asparetto rimane ancora oggi una pietra miliare per chi si accinge a studiare la storia e le caratteristiche di questo paese della Bassa Veronese. La documentazione che l’autore ha presentato in questo lavoro permette non solo di delineare le vicende storiche peculiari della “villa” di Asparetto, che non ricalcano…

TEMPO DI FIERA, TEMPO DI RICORDI

Come sono lontani i tempi in cui eravamo tutti, o quasi, contadini o figli di contadini! La Fiera Agricola di San Biagio era un avvenimento imperdibile, anche in caso di gelo marcato o di neve. Di nebbia e brina, poi, non ne parliamo: quelle erano immancabili. E proprio com’è cambiato il clima in questi ultimi…

Dicembre: le tradizioni scomparse

C’era una volta… non è una favola ma il racconto di un dicembre contadino di tempo fa. In un’epoca appena passata la vita e l’economia erano principalmente agricole. Tutto girava nella corte rurale. Le famiglie erano unite tra di loro ed il lavoro e la vita quotidiana si svolgeva in armonia. Non vi erano distrazioni…

La molonara davanti al Comune

Meno male che qualcuno ancora ci crede! Il Comune di Concamarise, sia pur per un fine settimana, è riuscito nell’intento di ricreare lo spirito della tradizione, decidendo di allestire un “casoto de la molonara” proprio davanti al Municipio. Un plauso all’Amministrazione e agli altri soggetti organizzatori che hanno animato le serate di questa calda estate.