L’infinito

di Antonio Milanese, el molinàr Ogni mattina, come apro gli occhi, a Dio mi inchino. Anche stamane dall’infinito del sonno il buon Dio ha accolto il mio ritorno. È quasi sempre bello, là, nell’infinito: trovi i tuoi cari e anche qualche amico. Appena ritorno in me stesso, felice del viaggio intrapreso, con animo disteso mi compiaccio…