Spero anca mi

di Gina Bellare (per onorare la sua memoria) Ne l’aldilà spero de riveda mama e bupà, zii, parenti, visto che dala morte no semo gnissun esenti. No se pol star sempre chi, anca senza valisa bison partir.   Spero in chel mondo indò no se pianze, indò se tribola l’è meo no starghe. Spero in…

La cammella del Don

È noto a tutti che gli Alpini nel loro equipaggiamento, oltre ai mezzi meccanici, vantano la presenza costante anche dei muli, animali preziosi per il tiro o trasporto di vettovaglie, di armi e munizioni in luoghi impervi. Leggendo di recente il libro “Il Sergente nella neve”, Mario Rigoni Stern descrive la sua odissea nella campagna…

Il primo soggiorno veronese di Dante Alighieri

Dante mise piede per la prima volta a Verona a metà del 1303 per una missione diplomatica. Infatti il sommo poeta era uno dei componenti del “governo bianco fiorentino in esilio”, il quale cercava alleati per riprendere il potere a Firenze. I Bianchi avevano già stipulato accordi con Bologna e le città romagnole, così Dante…

La Festa delle Maschere

Con l’Epifania termina il periodo delle festività natalizie e inizia il tempo del Carnevale. Questa festa ha origini antiche e ancora oggi mantiene vivi tutti i propri significati attraverso i riti e i simboli. Il termine “Carnevale” deriva probabilmente dal latino “Carrus Navalis”, ossia “Carro Navale”, in riferimento ai carri a forma di barche che…

L’uomo che fa suonare il legno

Franco Merlo nasce a Bovolone nel 1938 e fin da piccolo inizia a lavorare il legno come falegname in una delle prime botteghe del paese nell’immediato dopoguerra. Da sempre appassionato di musica, frequenta le scuole serali, meritandosi il diploma di solfeggio e nel frattempo si diletta a suonare il mandolino e la chitarra. Il mondo…

Arte e mestieri di una volta: EL SCARPAR

I Nobili del paese e la borghesia si facevano confezionare su misura le calzature in città, ma quando erano necessarie delle riparazioni ricorrevano al scarpar che aveva la sua botteguccia sulla via principale e, quando c’era bel tempo, portava il deschetto sulla soglia. Ma il suo lavoro principale consisteva nel preparare le sgalmare ricavate da…

San Biagio: un tesoro prezioso

Dall’1 al 4 Febbraio a Bovolone si terrà la Fiera di San Biagio nella sua 742esima edizione, un appuntamento importante sia per l’agricoltura e l’economia del territorio che per la storia e il culto religioso della nostra città. Biagio, secondo la tradizione della Chiesa, era un medico di Sebaste, in Armenia Minore (oggi Sivas in…

In costante crescita il nostro sito

Anche per il 2019 si è confermato il successo del nostro sito, in costante crescita nel numero delle visite. Nell’anno appena trascorso ci sono state 22919 visualizzazioni dei nostri articoli (+18,99%) con 13250 visitatori (+30,35%). Gli articoli più letti del 2019 risultano: – Vacanze a Bovolone (602 visite) – Storia dell’Ospedale “San Biagio” di Bovolone…

In filò

Una stala bruta e negra Co tre bestie a la cadena, E na lampada che apena La difonde el so ciaror. – Muri mogi de siroco Bruti e sporchi tuti quanti, Quatro travi sgiossolanti, Pavimento a onda de mar. – Sinque scagni e tre bancheti Do careghe sgangherae, Paia e cane strassinae, Eco tuto parecià.…

Una proposta per la chiesa di San Biagio a Bovolone

Un edificio ancora anonimo, rimanendo nel solco degli accostamenti con il linguaggio architettonico di Pompei, è la chiesa di San Biagio a Bovolone, per la quale Adriano Cristofali aveva progettato l’altare del Corpo di Cristo. L’edificio si presenta con una composizione assai articolata, puntuale nella citazione degli ordini, frutto di una preparazione tecnica e culturale…