La Madonna vuole bene a Bovolone

“Duro il cuore che non ama in Maggio”. Ha ragione lo scrittore Chaucer quando parla di Maggio come il tempo dell’amore. Durante questo mese la Natura esplode e fiorisce ovunque, dai prati ai campi fino ai piccoli orti: chi ne possiede uno, infatti, vede crescere le piccole piantine e gli alberi dare i primi frutti,…

Sommariva: l’eroe del cielo

Quella dell’aviatore Luigi Sommariva è una storia di coraggio ed eroismo che ben rappresenta la grande tradizione del Basso Veronese nel mondo dell’aviazione. Non a caso, a lui e al fratello minore Camillo – entrambi caduti in missione nella Grande Guerra – sono state intitolate una scuola media e una piazza nel comune di Cerea.…

La cammella del Don

È noto a tutti che gli Alpini nel loro equipaggiamento, oltre ai mezzi meccanici, vantano la presenza costante anche dei muli, animali preziosi per il tiro o trasporto di vettovaglie, di armi e munizioni in luoghi impervi. Leggendo di recente il libro “Il Sergente nella neve”, Mario Rigoni Stern descrive la sua odissea nella campagna…

Il primo soggiorno veronese di Dante Alighieri

Dante mise piede per la prima volta a Verona a metà del 1303 per una missione diplomatica. Infatti il sommo poeta era uno dei componenti del “governo bianco fiorentino in esilio”, il quale cercava alleati per riprendere il potere a Firenze. I Bianchi avevano già stipulato accordi con Bologna e le città romagnole, così Dante…

Una proposta per la chiesa di San Biagio a Bovolone

Un edificio ancora anonimo, rimanendo nel solco degli accostamenti con il linguaggio architettonico di Pompei, è la chiesa di San Biagio a Bovolone, per la quale Adriano Cristofali aveva progettato l’altare del Corpo di Cristo. L’edificio si presenta con una composizione assai articolata, puntuale nella citazione degli ordini, frutto di una preparazione tecnica e culturale…

I migranti veronesi nell’Agro Pontino

Il primo treno “della speranza” partì da Verona È facile incontrarli per strada, in bicicletta, alle prime luci dell’alba oppure verso sera, dopo 12-14 ore di lavoro nei campi o nelle serre dell’Agro Pontino, a sud di Roma. Non di rado, negli ultimi anni, sono finiti sotto i riflettori per lo sfruttamento subìto sul luogo…