Dante scienziato spiega la Terra

L’unica data precisa che abbiamo sulla presenza di Dante a Verona è il 20 gennaio 1320. Quel giorno Dante, nella Chiesa di Sant’Elena adiacente alla Cattedrale di Verona, tenne una conferenza su un suo saggio di carattere scientifico: la Questio de aqua et terra.

Davanti ai membri del Capitolo dei Canonici e ad alcuni laici, tra cui probabilmente Antonio Pelacani, celebre medico e filosofo parmense, Dante tratta il tema dell’emersione delle terre rispetto alla sfera dell’acqua. All’epoca si pensava che i quattro elementi fondamentali (acqua, terra, aria e fuoco) fossero ordinati in sfere concentriche con la terra al centro. Fu proprio Antonio Pelacani ad ipotizzare che acqua e terra occupassero un’unica sfera comune, dove l’acqua andava a colmare le parti cave di terra e viceversa.

È probabile che Dante, già molto conosciuto nel 1320, con questa sua opera volesse avvalorare la sua posizione di uomo di scienza, oltre che di lettere, dato che nella Commedia aveva affrontato anche temi scientifici, pur non appartenendo all’accademia degli scienziati.

La Questio è giunta a noi grazie a un’edizione veneziana a stampa del 1508, tratta da un manoscritto trecentesco nel quale l’editore afferma di aver rinvenuto l’autografo di Dante. Gli errori a stampa sono innumerevoli e tipici di chi non conosce il sistema abbreviativo del latino vigente all’epoca. Inappuntabile, invece, la data indicata, che è anche l’unica data certa della sua vita: Verona, Chiesa di Sant’Elena, 20 gennaio 1320.

Ulisse Scavazzini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...