Angurie

Sui banchi de piassa

(lanterne e baloni)

le facie sganassa

dei mèsi testoni…

 

L’è sagra de angurie,

che va su le furie

da rosse che j è…

 

’Na fila de omassi,

con fato su i brassi

sbatendo el cortel,

 

i sbraia a gran vosse:

« A taio le rosse! »

L’è un dolçe massel.

 

O bela Nineta

che quando te tasi

te magno dai basi,

te colmo de amor…

 

La vuto una feta

del magico fruto,

che el sànguena tuto,

ma sensa dolor?

 

– « No, no… » la ripete

con nobile incuria:

« Te lasso le fete,

ma dòneme el cor… »

– ???

 

– Sì, quel de l’anguria!

di Berto Barbarani, Quarto Canzoniere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...