Dino Villani e Miss Italia

Nacque nella frazione di Caselle l’inventore del famoso concorso

Il 13 marzo 1989, moriva a Milano Dino Villani, uno dei pionieri della pubblicità in Italia. La sua morte passò quasi inosservata a Nogara, luogo dove nacque il 16 agosto 1898 e dove trascorse la prima infanzia. Nacque esattamente nella frazione di Caselle, al tempo un pugno di case addossate alla statale Abetone-Brennero, vicino a dove oggi ci sono le scuole elementari. Il padre era un ferroviere e lavorava nella vecchia stazione, tuttora esistente a poche centinaia di metri dall’attuale, sulla tratta Bologna-Verona.

Nel 1906 la famiglia, dopo un nuovo trasferimento del padre, approdò a Suzzara, nel Mantovano, dove rimase per molti anni e dove il figlio Dino cominciò a lavorare, seguendo le orme paterne, nella locale stazione. Il rifiuto della fedeltà al Duce e l’accusa di scarso rendimento gli costeranno la perdita dell’impiego.

Dopo aver lavorato come segretario in una ditta di Suzzara, Villani lasciò la provincia per Milano, dove cominciò ad occuparsi all’attività che gli diede il successo: la pubblicità.

Dopo essere stato amministratore di una società editrice ed essersi occupato di cartellonistica, nel 1934 Villani venne assunto dalla società Motta, dove creò il logo “M” e contribuì a far conoscere il panettone a tutti gli italiani, senza dimenticare la colomba pasquale, altra idea nata dalla sua mente. Quattro anni dopo passò all’azienda farmaceutica Carlo Erba, dove inventò, con l’amico Cesare Zavattini, il concorso di bellezza “5000 lire per un sorriso” che nell’immediato dopoguerra diventò “Miss Italia”, che Villani stesso guidò fino al 1958. La creazione del concorso artistico “Premio Suzzara”, sempre con Zavattini, la trasformazione della festa di San Valentino in festa degli innamorati, la festa della mamma, la fondazione, con Orio Vergani, della “Accademia italiana della cucina”, l’attività di docente all’università Bocconi, dove tenne per anni un corso di preparazione per dirigenti aziendali, la pubblicazione di libri, l’ideazione di iniziative benefiche, la promozione del turismo e le attività di pittore e incisore, arti praticate nel tempo libero, fanno di Dino Villani un protagonista del suo tempo. (…)

Giordano Padovani

da “La Voce del Basso Veronese” – Marzo 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...