Il notaio Giovanni di Giacomino

Il notaio Giovanni di Giacomino è attivo fino al 1431 e residente in Casale Bodoloni apud Salizzole vale a dire in quella che oggi è identificabile con la contrada Casal di Salizzole, nei pressi del confine con Bovolone.

Giovanni di Giacomino era uno dei numerosi notai residenti nel distretto veronese (i cosiddetti notai rustici) i quali, a norma di Statuto, potevano rogare ogni tipo di atto, ma erano esclusi dai ruoli negli uffici pubblici del Comune di Verona, come ad esempio quello di notai del Palazzo del Comune o della Casa dei Mercanti.

La Chronica Minor dell’Arte dei Notai di Verona, nella quale venivano iscritti i notai del distretto, riporta l’iscrizione di Giovanni di Giacomo de Manaria di Salizzole il giorno 13 gennaio 1395, data dalla quale egli poté iniziare formalmente a esercitare la sua professione; e, in effetti, è provato che egli era già operante nel 1400. La sua famiglia risiedeva a Salizzole già nel maggio 1388 quando il padre, ser Giacomino del fu Gregorio a Circhulis, riceveva a conduzione dal notaio Filippo del fu Domenico di contrada San Silvestro di Verona alcuni terreni già appartenuti alla Fattoria scaligera; ed è il notaio Giovanni, nel febbraio 1408, quando il padre Giacomino è già defunto, a vedersi rinnovata da Tomasina, seconda moglie del detto Filippo, la locazione, che aveva per oggetto cinque campi a prato con viti siti in ora Putei de Zambroso di Salizzole; si tratta di beni che il notaio, che doveva godere di una discreta condizione economica, acquista nell’ottobre 1417 per 43 ducati, affrancandosi così dal pagamento del censo annuo. L’affrancamento da un altro livello fondiario si ripete il 26 dicembre 1424 quando egli entra in possesso, per 40 ducati, di altri quattro campi e mezzo, nei pressi della sua abitazione.

Nonostante fosse qui residente, i suoi legami con la società della Bassa sono piuttosto labili: nel suo testamento, dettato il giorno 11 settembre 1431 nella sua casa, egli pur destina la sua sepoltura nel cimitero della chiesa di San Martino di Salizzole, ma precisa – probabile indizio di suoi frequenti soggiorni in città – che, se dovesse morire a Verona, il luogo dell’ultima dimora dovrà essere invece il cimitero della chiesa cittadina di San Pietro in Monastero. Alla chiesa di San Martino di Salizzole lega comunque anche due livelli su alcuni immobili in loco per messe di suffragio, ma suo commissario ed esecutore testamentario è lo speziale Pietro de Villa di contrada Pigna di Verona. Alla moglie, Maddalena, lascia la modesta somma di 55 lire, ma non risultano figli della coppia. Estraneo alla comunità locale è anche l’erede universale, tale Andrea mugnaio da Avesa, residente in città in contrada Mercato Nuovo, al quale, quando morirà, subentreranno nell’eredità i pauperes Christi. Non essendo state reperite altre notizie dopo il suo testamento, nel quale egli è detto sano di mente ma corpore languens, è presumibile che Giovanni di Giacomino sia mancato ai vivi di lì a poco. […]

I 222 atti notarili di Giovanni di Giacomino da Salizzole, reperiti attraverso la scansione della serie Contratti del fondo archivistico Ufficio del Registro, consentono di delineare la figura di un notaio rustico e la sua attività professionale agli inizi del XV secolo. Le tipologie più numerose, i contratti di dote e le locazioni, confermano alcune tendenze già note per la società rurale del periodo e restituiscono dettagli significativi sulla clientela del notaio e su situazioni locali che non sarebbe possibile conoscere altrimenti.

di Claudio Bismara da “Quaderni della Bassa Veronese” – Gianni Bussinelli Editore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...