Il sarcofago dell’Ormaneto

Il 17 Giugno 2019, ricorre il 442° anniversario della morte dell’Ormaneto, personaggio storico, legato alla Parrocchia di Bovolone. Nella chiesa parrocchiale si trova l’arca funebre in cui sono contenuti i resti.

nic ormanetoCome accade ancora oggi sulle lapidi, era tradizione fin dall’antichità scrivere sui sarcofagi dei personaggi importanti chi fossero, a quale famiglia appartenessero e, se possibile, anche una breve descrizione di ciò che fecero in vita. Guardando la facciata frontale, si nota una scritta sopra di essa che recita S. NOBILIS MILITIS D.ONI AVOGARII DE ORMANETIS DE PRATO QUI OBIIT V DECEMBRIS MCCCLXXXVI, e ciò ci permette di comprendere a chi appartiene questa tomba: essa è di Avogario Ormaneto (AVOGARII DE ORMANETIS DE PRATO), un nobile cavaliere (S. NOBILIS MILITIS; la S. sta probabilmente per “Sanctus”, ossia “Defunto”) morto il 5 Dicembre del 1396 (QUI OBIIT V DECEMBRIS M CCC LXXXX VI).

Avogario Ormaneto

Il coperchio del sarcofago raffigurante il nobile cavaliere Avogario Ormaneto

Avogario Ormaneto, figlio di Zonta Ormaneto e membro di una famiglia nobile di Prato, nacque a Verona intorno al 1340, città dove regnava la famiglia dei della Scala, sotto la guida di Mastino II della Scala (1308-1351). Il padre Zonta era stato a servizio di Can Grande della Scala (1291-1329), dalla quale aveva ricevuto il titolo di “Prefetto generale della caccia” e un feudo di caccia, oggi villa, nei pressi di Cerea. Avogadro prestò i suoi servizi alla Corte Scaligera e, per ringraziarlo, Cansignorio (1340-1375) lo nominò “Rettore della terra di Serego” in territorio vicentino. Alla sua morte, il 5 Dicembre 1396, fu sepolto in Santa Maria in Chiavica nella tomba di famiglia degli Ormaneto, lasciando una buona somma di denaro per i carcerati della città e per la costruzione dell’altare a Santa Caterina (esistente fino al 1650) nella chiesa dove venne seppellito. La tomba venne realizzata da Antonio da Mestre, noto scultore della signoria scaligera vissuto tra il 1379 e il 1418, riprendendo, forse, l’arca di Can Grande della Scala a Verona posta nella stessa chiesa; qui egli rimase sepolto fino al 1974, anno del suo passaggio a Bovolone.

L’arca funebre è in marmo rosso di Verona, una pietra pregiata usata per le tombe di personaggi importanti o nobili, e ritrae sulla parte frontale Maria, Gesù nel sepolcro e Giovanni, quindi una immagine cristiana che riprende i valori della morte, dei sentimenti di tristezza ad essa associata (l’espressione della madre e del discepolo di Cristo ben manifestano le loro emozioni) e della resurrezione del Messia, ma che funge anche da emblema di speranza per il defunto affinché anch’egli risorga un giorno. Ai lati di questa triade ci sono due elmi da cavaliere su cui si possono notare un cane, al pari di quello di Can Grande della Scala e forse un omaggio al signore di Verona alla quale gli Ormaneto erano certamente legati, e l’araldo di famiglia della colomba nera su sfondo verde e rosso, lo stesso riportato sui sostegni al sarcofago, sull’armatura di Avogario e nello stemma vescovile scelto da Nicolò (visibile sopra il suo ritratto).

nicolò ormaneto

Nicolò Ormaneto, vescovo di Padova, parroco di Bovolone

 

Sul coperchio del sarcofago è rappresentato Avogario con l’elmo e la sua cotta di maglia, l’usbergo che lo copre dalle spalle fino a sotto la cintura, la spada nel fodero, gli schinieri e i guanti da battaglia e l’armatura con il simbolo della famiglia.

Sul lato sinistro, ai piedi del defunto, vi è una croce scolpita, emblema sia della cristianità del cavaliere sia del suo essere destinato a rimanere con Cristo per risorgere con lui.

All’ultima apertura del sarcofago, avvenuta nel 1974, furono trovati al suo interno cinque cadaveri, tra i quali quelli di Mons. Ormaneto, la cui salma venne trasferita per sua volontà dalla Spagna nel 1580, e quelli di Gaspare, ultimo discendente della famiglia morto nel 1636. Oggi ciò che rimane delle spoglie mortali è stato riposto in cassette per una migliore e più dignitosa, conservazione.

di Emanuele De Santis

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...