La Cooperativa agricola “Bartolomeo Pezzo”, una presenza attiva da più di 50 anni

 

soci-bartolomeo-pezzo

Soci fondatori della Cooperativa – da sinistra a destra in piedi: Francesco Patuzzo, Giovanni Patuzzo, Umberto Fiorini, Delmino Toaiar, (Bruno Pasqualetto); seduti: Daniele Rossi, (Walter Toaiar), Martino Filippi, Mario Barbirato. Manca Bettino Barbirato. La foto è stata scattata presso un santuario del Trentino.

Le vicende della “Bartolomeo Pezzo” rappresentano non solamente un’esperienza professionale del mondo rurale di Bovolone, ma anche, e forse soprattutto, un’esperienza umana di solidarietà e cooperazione.

Alcuni piccoli agricoltori, infatti, decisero di mettersi insieme, per superare uniti difficoltà che singolarmente dovevano affrontare con fatica; formarono una cooperativa di servizi, che si trasformerà poi in una stalla sociale.

Le stalle e la sede della “Bartolomeo Pezzo” si trovano in via S. Giovanni 135, pochi km a sud rispetto al centro di Bovolone, lungo la strada che dall’incrocio delle Crosare porta a Concamarise.

L’idea iniziale e le caratteristiche del nuovo progetto

Il 5 marzo 1965 è la data di nascita della cooperativa agricola “Bartolomeo Pezzo”, in quel giorno infatti vennero firmati l’atto costitutivo e lo statuto della cooperativa. Si erano riuniti in una sala dei locali parrocchiali i 9 soci fondatori (il numero minimo previsto dalla legge): i fratelli Bettino e Mario Barbirato, Martino Filippi, Francesco Patuzzo, Daniele Rossi, Umberto Fiorini, Giovanni Patuzzo, Delmino Toaiar; tra i primi quattro nessuno aveva ancora superato i trent’anni (il più giovane, Bettino Barbirato, ne aveva solamente 22), mentre gli altri erano tutti sui quaranta. Il primo presidente fu Umberto Fiorini. Affiancava questi agricoltori un uomo noto a molti Bovolonesi: Lino Turrini, sindacalista, scrittore, autore di numerosi testi sulla storia di Bovolone.

Fu proprio Lino Turrini, grazie ai suoi contatti con l’onorevole Casati, allora segretario CISL di Verona, e all’on. Sartor, allora presidente dell’Istituto Professionale per l’Agricoltura di Castelfranco Veneto, che alla fine del ’64 parlò ad un gruppo di giovani agricoltori bovolonesi delle esperienze di cooperazione agricola che erano nate e si erano sviluppate nel Trevigiano nella seconda metà degli anni Cinquanta.

Alla base di queste esperienze vi era la convinzione che le cooperative avrebbero dovuto essere indipendenti dalle grandi organizzazioni nazionali che fino a quel momento inquadravano il lavoro nelle campagne, tra le quali nel Veneto potentissima ed egemone era la Coldiretti. Queste organizzazioni infatti, pur offrendo in molti casi servizi efficienti, erano strutture molto grandi, fortemente gerarchizzate e politicizzate, che offrivano ben poche possibilità alla partecipazione dei singoli contadini.

La nuova cooperativa, invece, doveva nascere “dal basso”, come espressione delle specifiche esigenze degli agricoltori e si inseriva in quell’insieme di opere sorte per realizzare alcuni aspetti del pensiero sociale della chiesa, che così rilevante importanza ha avuto nella storia del mondo rurale nel Veneto. Lo statuto ricorda espressamente questi valori, affermando che la cooperativa “si fonda soprattutto sull’onestà, fiducia e buona volontà dei Soci, i quali dovranno ispirarsi ai principi della scuola sociale cristiana”. Non fu dunque per caso che la nuova cooperativa venne chiamata con il nome di Bartolomeo Pezzo, parroco di Bovolone per trentacinque anni, scomparso agli inizi degli anni ’60.

Oggi la “Bartolomeo Pezzo” è composta da 13 soci e offre lavoro a 4 dipendenti; la presenza media di capi bovini d’allevamento è di circa 1000 suddivisi in 15 stalle. La serietà e la professionalità dimostrate nel lavoro le hanno procurato un rispetto notevole sul mercato zootecnico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...