Un posto al sole nelle colonie italiane

di Anita Mantovani

Sono la nipote del bovolonese Pietro Mantovani, che in pieno Ventennio fascista andò a lavorare nelle colonie italiane in Africa.

Le prime colonie italiane in Africa – l’Eritrea, la Somalia e la Libia – si erano rivelate povere di risorse o poco più che desertiche. L’Etiopia, invece, veniva vista come un vero impero coloniale, un paese africano esteso quattro volte l’Italia, ricco di terre che potevano essere fertili e forse di risorse del sottosuolo non ancora esplorate.

Nel 1935 l’Italia dichiara guerra all’Etiopia e, dopo una campagna militare durata sette mesi, che costò agli Italiani 4000 morti, il generale Pietro Badoglio entrò nella capitale etiopica Addis Abeba. Il 9 maggio 1936 Vittorio Emanuele III assunse il titolo di imperatore d’Etiopia.

In questo contesto storico il nonno Mantovani parte dalla contrada Casella di Bovolone dove risiedeva, si imbarca a Brindisi con tappa al porto di Valona, e va a lavorare nelle colonie italiane in Africa. La cartolina che spedisce alla moglie Pierina Passerini porta la data dell’8 giugno 1940; in quella data il figlio Germano Mantovani, mio padre, aveva 5 anni appena! Là lo aspettarono tre anni di lavoro continuativo, cioè senza mai ritorno a casa, con la ditta Puricelli che costruiva opere stradali.

strade colonie

Intanto dal punto di vista storico nell’autunno del 1940 Benito Mussolini aveva attaccato la Grecia.

25 luglio 1943: il Gran Consiglio del Fascismo approvò un ordine del giorno contrario a Mussolini. Cade Mussolini, Badoglio sale al governo … 8 settembre 1943: armistizio con gli Alleati …

Il nonno lascia tutto in Africa e, pagando le guardie di frontiera con tutti i soldi, pelli di animali e quant’altro poteva avere, si imbarca con l’ultimo bastimento che lo riporta in Italia vivo e senza soldi. A ricordo del suo lavoro in Africa ci rimangono alcune foto, che conserviamo con affetto, e certamente tante strade ancora percorse dagli attuali Etiopi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...