Il pozzo

Quando racconto agli studenti che a Bovolone fino agli anni Cinquanta poche famiglie avevano l’acqua in casa e che il gabinetto, se c’era, era situato all’esterno, preferibilmente attiguo alla concimaia, molti stentano a credermi: sembra quasi che stia parlando loro del Medioevo, eppure è stato così! Non esisteva l’acquedotto, ma ogni famiglia, sia della piazza…

Giazza: un appuntamento da non perdere

Può un paesino di montagna diventare un luogo di bellissimi ricordi e un’ambita meta turistica per gli abitanti di Bovolone? Sì, se si chiama Giazza. Nella nostra giovinezza Giazza era sinonimo di Estate, di vacanze, di divertimento, di riflessione e crescita personale: era qui, nella vecchia casa colonica poi ristrutturata, che noi giovani passavamo almeno…

Villa Panteo-Zampieri a Bovolone

La villa si trova in Via Mazzini, 3 ed è oggi un complesso che accoglie l’Associazione Anziani La Quercia e l’Università del Tempo Libero. Lo stemma della famiglia Zampieri, posto su un pilastro del portone d’accesso presso il ponte sul fiume Menago, attesta come la dimora fosse tra le più eleganti della zona: il portale…

L’eredità attuale e profetica di Pasolini

A 100 anni dalla nascita, avvenuta il 5 Marzo 1922, e in linea con le iniziative dell’UNESCO, lo scorso 5 Marzo il Centro Studi e Ricerche ha ricordato la figura di Pier Paolo Pasolini, poeta, regista e uomo di Cultura italiano, morto nel 1975. La serata ha visto la partecipazione di tre giovani che hanno…

Al caldo del Tabar

C’è un capo di abbigliamento, elegante e raffinato, con quell’aria di nostalgia romantica del passato, che associo all’Inverno e a questo periodo dell’anno: el Tabàr.   Esso è una mantella da uomo, anche se le case di moda ne propongono una versione femminile, fatta di panno grosso e spesso di colore nero o blu scuro,…

Le attività commerciali e sociali a Bovolone nel Cinquecento

Il mercato di Bovolone fu concesso alla sua Comunità per il giorno di martedì dal Cardinale Agostino Valerio, Vescovo di Verona, il 30 aprile 1580, togliendolo a Cerea. Questo incontro settimanale per poter vendere o comperare prodotti agricoli, era molto importante allo sviluppo economico locale in un’epoca di difficili comunicazioni. Il sempre maggior afflusso di…

Bilancio 2021 delle visite al nostro sito web

Le visite al nostro sito web si assestano sui numeri dello scorso anno: 27002 visualizzazioni, 17162 visitatori, 34 articoli pubblicati. I più visitati sono stati: “La storia della Scuola di Ebanisteria: ricordi di un passato che non c’è più” (144 visite); “Novantenni” (82 visite); “Don Luigi Cavaliere, il prete partigiano di Tarmassia” (44 visite). I…

La corte, le arte, el fil de fer

Per ricordare un materiale tanto umile, quanto utile e versatile Fin ai ani Zinquanta par la corte ghera de tuto, proprio de tuto, ma se te zercai on ciodo drito, na pinsa o un caciavide, no ghera verso de catarlo. No se comprava gnente e se na olta a l’ano da la fiera, el bupàportava…

La cappella dell’Ospedale San Biagio di Bovolone

La Storia ci dice che Bovolone ha sempre avuto il suo ospedale sin dal Medioevo. Nel 1300 Donna Verde di Salizzole, moglie di Alberto I della Scala, ordinava l’erezione di un ospitale nella terra di Bovolone per accogliere poveri e pellegrini. Bisognerà aspettare il Settecento perché l’ospitale iniziasse a dedicarsi anche alla diagnosi e alla…